Crea sito

14 aprile 1982 La Madonna disse: “Dovete sapere che satana esiste….

Il 14 aprile 1982  in un messaggio straordinario a Medjugorje la Madonna disse: “Dovete sapere che satana esiste.
Egli un giorno si è presentato davanti al trono di Dio e ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo con l’intenzione di distruggerla.
Dio ha permesso a satana di mettere la Chiesa alla prova per un secolo ma ha aggiunto: Non la distruggerai!
Questo secolo in cui vivete è sotto il potere di satana ma, quando saranno realizzati i segreti che vi sono stati affidati, il suo potere verrà distrutto. Già ora egli comincia a perdere il suo potere e perciò è diventato ancora più aggressivo:
DISTRUGGE I MATRIMONI,
SOLLEVA DISCORDIE ANCHE TRA LE ANIME CONSACRATE,
CAUSA OSSESSIONI,
PROVOCA OMICIDI.
Proteggetevi dunque con il digiuno e la preghiera, soprattutto con la preghiera comunitaria. Portate addosso oggetti benedetti e poneteli anche nelle vostre case. E riprendete l’uso dell’acqua benedetta!”.
L’approfondimento di queste parole potrebbe cambiare la vita di molti di voi che state leggendo, nel messaggio della Madonna si trovano molte verità che si vivono giornalmente, indicazioni precise per superare fasi di stanchezza e di incomprensione tra gli sposi, la conoscenza che satana e tutti i diavoli sono scatenati in questo periodo storico e che oltre i Sacramenti e la preghiera, dobbiamo portare addosso oggetti benedetti ed utilizzare giornalmente l’acqua benedetta, sia per segnarci spesso con il segno della Croce sia per aspergere la casa dove si vive.
Santa Teresa d’Avila utilizzava moltissimo l’acqua benedetta ed aspergeva ogni sera il letto. Anche Padre Pio la usava sempre.
Se vi spiego la grandiosità dell’acqua benedetta, molti di voi rispondono che non hanno la possibilità di trovarla perché molti Sacerdoti si rifiutano di benedire l’acqua. Come dire ad un ammalato di non utilizzare la giusta medicina. Come fare per trovare l’acqua benedetta? È un problema per molti, me lo dite spesso, e ripeto che il modo migliore è di spostarvi e di recarvi presso un Sacerdote disponibile e, soprattutto, convinto della potenza dell’acqua benedetta.
Lo stress mentale o il senso di confusione può essere causato da un reale affaticamento oppure da un ordinario attacco di satana. Ci vuole poco per capirlo, basta segnare sulla fronte un piccolo segno di Croce oppure fare il normale segno di Croce, se lo stato di confusione, di agitazione, di abbattimento, veniva da un attacco diabolico, subito scompare. Se ritorna occorre utilizzare nuovamente l’acqua benedetta e recitare il Padre Nostro e l’Ave Maria. La Corona del Rosario è ancora più potente.
Pregate sempre anche con brevi invocazioni e suppliche quando si sentite confusi ed incapaci di realizzare qualcosa.
Per esempio, molte separazioni e divorzi avvengono perché satana riesce a insidiare nella mente di chi vuole colpire, pensieri negativi sul coniuge, insinua giudizi negativi per distruggere il matrimonio: fa vedere nella mente il coniuge pieno di difetti, non è il marito o la moglie che si desiderava, che non prova più nulla, hanno caratteri diversi, non vanno d’accordo, il futuro lo vedono oscuro, ecc.
Ai diavoli basta pochissimo per distruggere la psiche di una persona, marito o moglie, inviando ispirazioni negative e martellanti che non lasciano pace, schiacciano continuamente ed aumentano perché la persona non prega e forse non è in Grazia di Dio. In questi casi quasi sempre satana riesce a distruggere il matrimonio. Ma non può fare nulla dove c’è la preghiera giornaliera, soprattutto il Santo Rosario e la Santa Messa festiva, non può riuscire a distruggere il matrimonio consacrato al Cuore Immacolato di Maria.
La Madonna ha detto a Medjugorje il 5 settembre 1988: “Voglio mettervi in guardia perché in questo tempo satana vi tenta e vi cerca. A SATANA È SUFFICIENTE UN VOSTRO PICCOLO VUOTO INTERIORE PER POTER OPERARE DENTRO DI VOI. Perciò, come vostra Madre, Io vi invito a pregare. Che la vostra arma sia la preghiera! Con la preghiera del cuore vincerete satana”.
Per la mia esperienza con molte coppie che sono arrivati quasi al punto della separazione, oltre al tradimento o adulterio di uno dei due, la causa principale comunque è sempre rappresentata da nuovi e strani pensieri che martellano la mente e che sono ispirazioni di satana per distruggere quel matrimonio. Ho incontrato molti casi di coppie quasi scoppiate, sul punto quantomeno della separazione, ma le mani benedette poggiate sulle loro teste e le preghiere di invocazione a Gesù e a Maria, hanno incredibilmente allontanato dalla mente della persona disturbata, quei pensieri di separazione e tanti inutili pretesti o ragionamenti capziosi che non avevano alcun fondamento concreto.
Ho provato moltissime volte che le benedizioni alla persona disturbata da continui assalti satanici che spingono alla separazione dal proprio coniuge, spariscono e si interrompe la tentazione contro il coniuge, lasciando la persona con la mente leggera, serena, nella pace. E con una nuova disposizione interiore per ricominciare e salvare il matrimonio.
Queste benedizioni possono darle tutti i Sacerdoti, mentre gli esorcisti incaricati dai loro Vescovi si occupano di casi di possessione demoniaca. Ma rimane assai strano vedere che in moltissime diocesi non ci sono esorcisti oppure solamente uno e pieno di impegni. Il Vescovo che conosce bene la spiritualità e che rimane fedele al Vangelo, conosce benissimo il danno che riescono a provocare i diavoli non solamente in tutti coloro che non pregano, anche ai credenti che però vivono nella tiepidezza.
Un Vescovo che crede al Vangelo di Gesù e lo vive nella fedeltà, inevitabilmente istituisce un buon numero di esorcisti nella sua diocesi ed esorta di continuo i suoi parroci a rendersi disponibili in ogni ora del giorno per dare brevi, semplici, efficaci e potenti benedizioni a quanti le richiedono! Invece, sappiamo di pochi esorcisti e nessuno invita i parroci a benedire le persone che supplicano aiuto… Cosa c’è che non và?
Molti cattolici si rivolgono alla magia occulta perché si lamentano di non ricevere ascolto dal parroco oppure non lo trovano mai, non vengono creduti né sostenuti dal parroco, trovano le Chiese chiuse, non hanno la possibilità di trovare anche poca acqua benedetta. Considerandosi abbandonati si rivolgono al mago o alla fattucchiera, peggiorando drasticamente la situazione.
Addirittura il diavolo potrebbe fare riappacificare la coppia, dato che era lui che istigava con brutti pensieri per la separazione, ma è una pace falsa e poco duratura, serve a satana a legare definitivamente quelle persone a sé e allontanarle per sempre da Gesù e dalla Madonna.
Ogni volta che si pratica la magia o si fanno le carte e altre pratiche occulte, ci si lega a satana e il suo spirito inonda sempre più la persona!
Preciso che sappiamo anche della disponibilità di molti parroci alle confessioni e a benedire quanti necessitano di aiuti spirituali.
Le separazioni e i divorzi aumentano un po’ ovunque, la situazione è davvero preoccupante dal punto di vista cristiano, mentre per quanti ignorano il Vangelo tutto è diventato lecito, anche quelle cose che oggettivamente sono illecite. Se molti cristiani manipolano il Vangelo per estrapolare solo quello che illusoriamente possa giustificare i loro adulteri e vari peccati, cosa combineranno di peggio i non credenti?
Ma Gesù ha donato a tutti la libertà di scegliere, ognuno diventa responsabile delle sue scelte. Vivere da peccatore è una scelta personale!
Aumentano le separazioni e i divorzi anche perché si è perduto il pudore, non c’è più una legge morale da osservare, si vuole soddisfare ogni pensiero che arriva alla mente pur di appagare i sensi, in qualsiasi modo e con qualsiasi partner. L’onestà intellettuale è vista come qualcosa di assolutamente sconosciuta, la moralità che indica la correttezza e una vita integerrima ed irreprensibile è letteralmente spenta sia alla giovane generazione sia in moltissimi trentenni e quarantenni.
Nei luoghi di lavoro avvengono adulteri ininterrotti, questo afferma l’indagine di un quotidiano. I coniugi adùlteri lasciano a casa i loro presunti problemi e trovano il collega o la collega nella stessa condizione: ha lasciato a casa i suoi presunti problemi, quindi… si illudono di avere trovato il vero amore e molti lasciano le rispettive famiglie per formare una nuova famiglia.
Però passati alcuni anni molti si accorgono che i presunti problemi del passato non sono stati superati con il nuovo partner, li hanno portati con loro e li porteranno in ogni luogo. Perché spesso il vero problema non è l’altro coniuge… Basterebbe una santa confessione prima di decidere per il divorzio!
Pensiamo ai bambini che patiscono una vera disgrazia in questa situazione.
Si conoscono moltissime persone apparentemente felici dopo avere divorziato e avere contratto un altro matrimonio civile, e le loro scelte vanno rispettate. Risulta che molte persone vorrebbero ritornare indietro, eliminare ogni attrito avvenuto con il primo coniuge e ritornare a crescere i figli nella famiglia e nella pace interiore. Spesso un colpo di testa momentaneo distrugge tantissime cose buone, anche l’onorabilità di una persona che passa da amante in amante dopo avere abbandonato il coniuge.
Chi non prega e lascia sviluppare nella mente pensieri di tradimento o di divorzio, è già stato sconfitto da satana.
Ma nessuno di quanti hanno commesso grandi peccati si abbatta, Gesù vuole aiutare tutti ed è sempre pronto a perdonare i penitenti. Chi non può usufruire dei Sacramenti, continui a pregare e a chiedere aiuto a Gesù e alla Madonna. La speranza della salvezza è sempre disponibile per la misericordia di Gesù, partecipando alla Santa Messa e chiedendo la migliore soluzione possibile per poter ritornare a praticare i Sacramenti dopo avere risolto la piaga. Ma ognuno è libero di fare le scelte che desidera.
Esistono matrimoni che stanno in piedi per la sopportazione eroica da parte di uno dei coniugi, altri ancora per amore dei figli o per interessi egoistici. Ma non per Grazia di Dio, nel senso che la coppia ha escluso Gesù e non chiede l’intervento della Madonna. Le coppie di sposi che consacrano ogni giorno il matrimonio, la famiglia, i figli, tutto quello che hanno al Cuore Immacolato di Maria, non arrivano mai alla separazione e i figli crescono con virtù morali poco conosciute dalla società.
È vero che in qualche caso la tolleranza verso il coniuge agitato non è più accettabile, soprattutto quando c’è il rischio di perdere la vita. Una donna diceva di aver vissuto con il marito per tutta la vita nel terrore ma pregava molto la Madonna per non morire ammazzata dal marito, proprio perché l’uomo dormiva tenendo sotto il suo cuscino un’ascia… Cosa doveva farci? La follia e le stranezze di certe persone…
Ecco, se improvvisamente nella vita ti ritrovi con un coniuge che commette stranezze, cosa fai chiedi il divorzio? Ma nel matrimonio gli sposi dicono di restare insieme nella buona e nella cattiva sorte, il matrimonio è indissolubile, però và valutata la situazione del coniuge che commette atti che attentano alla vita dell’altro coniuge e diventa squilibrato. Occorrerà fare qualcosa. È previsto l’allontanamento dalla casa per un certo periodo ma non si tratta di separazione né di divorzio. Occorre valutare caso per caso con il Padre spirituale o con il parroco.
Gesù nel Vangelo eleva il matrimonio ad una nobiltà principesca, lo ha adornato di una sacramentalità di Grazia. Egli sa pure molto bene che non è facile per due persone andare sempre d’accordo o non accusare momenti di stanchezza. Gesù comprende anche i caratteri un po’ difficili e aiuta tutti, però non comprende gli sposi che incontrano difficoltà e non pregano.
Perché non pregare se solo con la preghiera si salvano i matrimoni e le famiglie?
Io non condanno i divorziati o quelle coppie separate per capricci passeggeri, io prego per tutti loro e chiedo ogni giorno a Gesù nella Santa Messa di salvare le loro anime, di toccare i loro cuori e liberare la mente da ogni tentazione. Gesù e la Madonna pur vedendo lo stato peccaminoso di quanti vivono nell’adulterio, non abbandonano quanti chiedono aiuti e rimangono nella Chiesa pur non potendo accedere ai Sacramenti. Gesù è venuto per salvare i peccatori, i Santi sono già salvi.
“Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; non sono venuto per chiamare i giusti, ma i peccatori” (Mc 2,17).
( Padre giulio Maria Scozzaro )

 

Print Friendly
 

Comments are closed.

Powered by AlterVista