Crea sito

Les Enfants de Medjugorje 15 giugno 2012

 

15 giugno 2012

Solennità del Sacro Cuore di Gesù

Cari figli di Medjugorje, lode a Gesù e Maria!

 

 

  1. Il 2 giugno 2012, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce Blu, ed il Podbrdo era coperto di pellegrini! Dopo l’apparizione, ha trasmesso il messaggio seguente:”Cari figli, sono continuamente in mezzo a voi perché, col mio infinito amore, desidero mostrarvi la porta del Paradiso. Desidero dirvi come si apre: per mezzo della bontà, della misericordia, dell’amore e della pace, per mezzo di mio Figlio. Perciò, figli miei, non perdete tempo in vanità. Solo la conoscenza dell’Amore di mio Figlio può salvarvi. Per mezzo di questo Amore salvifico e dello Spirito Santo, Egli mi ha scelto ed io, insieme a Lui, scelgo voi perché siate apostoli del Suo Amore e della Sua Volontà. Figli miei, su di voi c’è una grande responsabilità. Desidero che voi, col vostro esempio, aiutiate i peccatori a tornare a vedere, che arricchiate le loro povere anime e li riportiate tra le mie braccia. Perciò pregate, pregate, digiunate e confessatevi regolarmente. Se mangiare mio Figlio è il centro della vostra vita, allora non abbiate paura: potete tutto. Io sono con voi. Prego ogni giorno per i pastori e mi aspetto lo stesso da voi. Perché, figli miei, senza la loro guida ed il rafforzamento che vi viene per mezzo della benedizione non potete andare avanti. Vi ringrazio. ”
  2. Una confessione insolita. I sacerdoti che confessano a Medjugorje si trovano spesso davanti a fatti insoliti. Uno di essi raccontò che un giorno occupava un confessionale che indicava FRANCESE. Una signora italiana entra, si inginocchia e comincia a parlare speditamente in italiano. Poiché il sacerdote non comprendeva nulla, le dice (in francese) di andare da un prete italiano, poiché lui non capisce quello che la signora dice. Ma la signora ignora il consiglio e continua la confessione, e gli racconta tantissime cose a tutta velocità. Perplesso, il sacerdote domanda a Gesù: “Che faccio?” Poiché il sacramento non é valido se uno dei due non capisce l’altro. In quel momento succede qualcosa di inverosimile: il sacerdote vede davanti agli occhi come in un film, tutto quello che la donna gli dice in italiano e capisce tutto! Ma la storia non finisce qui, poiché rispondendo, il sacerdote si sorprende di parlare in italiano, lingua che non ha mai né studiato e che non conosce! Ne resta profondamente emozionato. Aggiunge che in quei confessionali di Medjugorje lui é capace di restare molte ore di fila senza accorgersi del tempo che passa e senza sentire stanchezza o fame.Non é raro che Dio, per incoraggiare i suoi figli a confessarsi bene, dia dei segni eclattanti della Sua presenza. Comunque, la cosa più impressionante di questo sacramento rimane altrove! Ed é il fatto che due peccatori si incontrano per celebrare l’infinita misericordia di Dio, uno di essi ha ricevuto il potere di perdonare i peccati e l’altro si avvicina umilmente per porgere la sua miseria. Ed ecco che nella povertà umana di questo incontro fra il confessore ed il penitente, lo stesso Sangue del nostro Salvatore, sgorga, purificando l’anima molto al di là di quanto si possa comprendere ed avviene un grande miracolo.”Vi invito a confessarvi una volta al mese, ci dice la Vergine Maria, perché non c’é nessuna persona sulla terra che non abbia bisogno di una confessione mensile”. Ovviamente; Maria invita ad una confessione sincera, accompagnata dal desiderio di non più peccare. Padre Pio, che leggeva nelle anime, non accettava di confessare delle persone che venivano a lui senza pentirsi dei loro peccati. 

  1. La Santa Famiglia ci guarisce! Il presepio in grandezza naturale che si trova nel nostro giardino attira ogni tipo di persona, alcune che soffrono di mali interiori molto pesanti, e quindi bisognosi di molta pace. Alcuni cercano una guarigione, altri vengono per adorare il Bambino Gesù, altri ancora per affidare la loro famiglia. Eccovi due esempi di risurrezioni avvenute recentemente: Angelaè andata al presepio per piangervi. Viveva come un relitto, come schiacciata da troppe sofferenze interiori. Violentata a tre anni da suo nonno, non si era più ripresa da questo trauma. Pregò a lungo al presepio e la Madonna riportò una bella vittoria in questo cuore distrutto: questa donna alla fine poté mollare, dare e abbandonare a Dio (al Bambino Gesù che teneva tra le braccia) l’avvenimento distruttore che le aveva rovinato tanti anni della vita. Quella sera il suo gruppo non la riconosceva più tanto era cambiata! Per la prima volta la gioia brillava nei suoi occhi e sulle sue labbra. Il terribile sentimento di non essere che spazzatura, troppo disprezzabile per meritare l’amore degli altri, l’aveva abbandonata! Blandine, 77 anni, aveva perso il suo secondo figlio, Lyne. Torturata interiormente da questa perdita che non aveva mai accettato. E’ entrata nel presepio, ha preso in braccio il Bambino Gesù e si è messa a gridare! Il gruppo che la accompagnava, scioccato da queste urla, cominciò a pregare per lei in silenzio. Si calmò poco a poco. Cullando la statua del Bambino Gesù, Blandine ha come ritrovato, riconosciuto il suo bambino che riposa nelle sue braccia. Allora ha rivissuto tutto il dolore che le è riesploso nel suo cuore. Ma poco a poco, alzando gli occhi verso la statua della sua Madre del cielo, e vedendola con le mani aperte, ha potuto fare quel passo che non aveva mai fatto, il solo che ridà la pace, donò suo figlio. Lo donò alla Madre di Dio e a Dio stesso. Finalmente glielo lasciò. In lei il legame di morte fu così tagliato. Blandine ha potuto di nuovo cantare e vivere la sua gioia! Vieni al presepio così come sei! Prendi il Bambino tra le braccia e anche interiormente constaterai quello che il Cielo ha preparato per te! 
  2. Con il veggente Ivan, siamo sempre felici di partecipare alla preghiera ed alla apparizione di notte alla Croce Blu, oppure in cima al Podbrdo (messaggio PS1)

 

    5. Colonia, il 23 giugno! Ecco una bella iniziativa della Chiesa, di quelle che attirano migliaia di cuori assetati di verità, che spesso soffrono nel deserto spirituale del nostro mondo e che trovano in queste Oasi un meraviglioso nutrimento per riprendere forza, coraggio ed entusiasmo. Il Cardinal Meisner (Arcivescovo di Colonia), il Padre Paul Maria Sigl e la Comunità “Famiglia di Maria” ci invitano ad una grande giornata di preghiera con “La Signora di tutti i popoli”. Il 23 giugno, nell’anfiteatro di Colonia ci sarà un incontro dalle

08.30 alle 22.00. Per informazioni rivolgersi a gebetstag@familiemariens.org

6.Digiunare meglio? Per il piccolo fascicolo che sto preparando per uno scopo molto pratico, continuate ad inviarmi le vostre ricette! Aiutate così le persone di buona volontà che esitano ancora. Il loro digiuno ritrovato, affretterà la conversione del mondo e la protezione dei sacerdoti.

http://www.ciclismopassione.com/wp-content/uploads/pane-e-acqua.jpg

7.Un regalo per l’anniversario? Il 25 giugno prossimo, la Parrocchia di Medjugorje celebrerà nella gioia il 31esimo anniversario delle apparizioni. La tradizione vuole che durante i nove giorni che precedono il 25, si moltiplichino le iniziative di preghiera intutto il mondo in comunione con Medjugorje. Litanie della Madonna, Sante Messe celebrate secondo le sue intenzioni oppure S.Messe di ringraziamento, Rosari, ore diadorazione, digiuni, ecc. (Per coloro che non potranno cominciare la novena il 16 giugno, non è mai troppo tardi iniziarla quando è già in corso e finirla dopo il 25)!

 

http://theworldhates.com/prayer/files/2010/03/praying-hands-god-isnt-real.jpg

Le 24 ore della Gospa. Un’altra idea per un regalo per ringraziare la Regina della Pace di continare a venire tra noi dopo la celebr azione dell’anno scorso dei 30 anni di apparizione: fare quello che si chiama “le 24 ore della Gospa”. E’ semplicissimo. Il 24 giugno, al momento dell’apparizione delle 18.40, vi raccogliete in preghiera per accogliere la Madonna nel vostro cuore, e le promettete di fare una grossa rinuncia durante le 24 ore che vi separano dall’anniversario. Questa rinuncia sarà il regalo che Le offrirete con gioia. Per esempio: non fumare, (non drogarsi), non bere alcohol, visitare una persona bisognosa, imparare a memoria un capitolo del Vangelo o i 10 Comandamenti (Deut. 5), chiudere la televisione, il computer o la radio, fare una elemosina sostanziosa, offrire un digiuno, fare un gesto concreto di benevolenza verso chi ci ha fatto del male, ecc. In una parola rinunciare ad una dipendenza o rinnegare se stessi in qualche cosa. (CD 12616 Liberazioni e guarigioni per mezzo del digiuno). Per sole 24 ore tutto è possibile! Maria vedrà il vostro desiderio di farLe piacere. Spesso la Madonna risponde subito attraverso una guarigione inattesa. E’ così che Rosie (che fumava come una vaporiera) si è trovata liberata dalle sigarette, dopo aver offerto lo sforzo – molto pesante per lei – di non fumare nel periodo fra l’apparizione del 24 e quella del 25 giugno 2010. Da allora non ha più fumato … disgustata dal tabacco, guarita!

 

Cara Gospa, ispiraci Tu stessa quello che desideri ricevere da noi come regalo per l’Anniversario!

 

Siamo talmente felici delle tue apparizioni, GRAZIE!

Suor Emmanuel +

 

Tradotto dal francese

 © Enfants de Medjugorje 2012

Questo testo può essere divulgato a due condizioni: 1) non cambiare alcuna parola del testo, 2) citare l’origine “Enfants de Medjugorje” assieme al nostro sito in francese www.edm.eu.com;

 

 

 

Print Friendly
 

Comments are closed.

Powered by AlterVista