Crea sito

SS. NOME DI GESÙ 3 Gennaio dal Sermone di S. Bernardo di Chiaravalle

 

Questa predica, tratta dal XV sermone di S. Bernardo

di Chiaravalle sul Cantico dei Cantici, fu proferita in

occasione della festa del SS. Nome di Gesù.

 

” Il Cantico dei cantici dice che il nome dello Sposo dell’anima, cioè il nome di Gesù è

un olio effuso, cioè versato (Cant. I, 2). Qui si vuole mostrare perché il nome di Gesù deve essere giustamente paragonato all’olio. Molti sono i nomi che si attribuiscono a

Gesù e che si trovano nella Sacra Scrittura, ma tutti questi nomi si possono riassumere in due, infatti non se ne trova nessuno che non significhi o la grazia della misericordia o la potenza della maestà.

Dice il Salmista:

«Dio

ha parlato una volta; io udii queste due cose:

che la potenza è di Dio e che in Te, o Signore,

è la misericordia» (Salmo LXI, 12-13). Un

altro salmo ricorda la maestà: «Il suo Nome è

santo e terribile» (CX , 9) Mentre S. Pietro

ricorda la misericordia: «Non è stato dato

sotto il cielo agli uomini un altro nome nel

quale dobbiamo essere salvati» (Atti IV, 12).

Il profeta Geremia ricorda la potenza: «Questo

è il Nome con il quale Egli sarà chiamato:

“Il Signore nostro Giusto”» (Ger. XXIII; 6).

Invece Isaia mostra la misericordia dicendo:

«E il suo Nome sarà Emanuele» (Isaia, VII,

14).

Gesù stesso ricorda questo doppio titolo dicendo: «Voi mi chiamate Maestro e Signore

» (Giov. XIII,13), dove è evidente che Maestro indica la grazia e Signore la maestà. Ancora

Isaia dice: «Sarà chiamato il suo Nome: l’Ammirabile, il Consigliere, Dio, il Forte, il

Padre del secolo futuro, il Principe della pace» (Isaia IX,6).

Qui, su sei nomi, tre:l’Ammirabile, Dio, il Forte indicano la maestà divina, mentre gli altri tre: il Consigliere, il

Padre del secolo futuro, il Principe della pace, indicano la misericordia. Tutti questi Nomi

vengono sparsi come olio abbondante mediante Gesù Cristo Salvatore nostro.

Il nome di Gesù è Nome benedetto, è olio effuso dappertutto. Dal Cielo l’olio di quel

Nome divino è sceso in Giudea e da là è scorso fino a tutta la terra, dove la santa Chiesa esclama: «Il tuo nome è un olio effuso», totalmente effuso. Esso non solo bagna il Cielo e la terra, ma si sparge perfino negli inferi, affinché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi, sia dalle creature celesti, che dalle terrestri e infernali e ogni lingua confessi (Fil. II,10-11) e dica: «Il tuo Nome è un olio effuso».Quanto caro è questo Nome, quanto salutare!

Viene sparso per me e mi riscatta. Io sono cristiano, sono cioè partecipe del suo

Nome e lo sono, (per l’infinita Bontà di Dio) anche dell’eredità. Sono erede di Dio e coerededi Cristo. E che c’è di strano se viene effuso come olio il nome dello Sposo quando lo stesso Sposo è stato effuso? Infatti Egli annientò Se stesso assumendo la forma di servo(Fil. II,7).

E nel salmo era detto

: «Sono stato

versato come acqua» (Salmo XXI, 15). E’

stata effusa la pienezza della Divinità, che

abitava sulla terra corporalmente, affinché da

quella pienezza tutti noi, che portiamo un

corpo di morte, possiamo attingere e possiamo

dire, ricolmi dell’odore della vita eterna

«Il tuo Nome è un olio effuso».

Ma perché il nome di Gesù è proprio olio? C’è senz’altro una somiglianza tra l’olio e

il nome dello Sposo. Né lo Spirito Santo ha paragonato l’uno all’altro inutilmente. Infatti

il paragone è dovuto al fatto che l’olio ha una triplice qualità, cioè : illumina, nutre e unge. L’olio alimenta il fuoco, nutre la carne, lenisce il dolore; perciò l’olio è luce, cibo, medicina.Da ciò si vede perché il nome di Gesù è un olio effuso: illumina quando viene predicato;nutre quando viene meditato, lenisce le sofferenze e unge quando viene invocato.Da dove nacque nel mondo dei secoli passati una così grande luce della fede se non dalla predicazione del nome di Gesù? Non è forse vero che nella luce di questo Nome, Dio ci ha chiamati nell’ammirabile sua Luce? Perciò illuminati e, vedendo attraverso la luce del nome di Gesù la vera Luce, ci sentiamo dire da S. Paolo : «Una volta foste tenebre ma ora siete luce nel Signore» (Ef. V, 8).

L’apostolo stesso ricevette l’ordine di portare questo Nome davanti ai re, alle genti

e ai figli d’Israele. Perciò portando questo Nome come una luce gridava dappertutto:

 

«La notte è ormai passata, il giorno si avvicina,

rigettiamo dunque le opere delle tenebre

e rivestiamo le armi della luce, come in pieno

giorno, camminiamo onestamente» (Rom.

XIII, 12-13). Egli mostrava a tutti la lucerna

sopra il candelabro, annunciando in ogni luogo

Gesù e Questi crocifisso. Questa luce risplendette

e abbagliò gli occhi di quelli che

guardavano, quando, uscendo come lampo

dalla bocca di S. Pietro guarì lo storpio e illuminò

il fondo di molti ciechi spirituali. Questa

luce sparse il fuoco quando disse: «Nel

nome di Gesù Cristo Nazareno sorgi e cammina

» (Atti III, 6).

 

Il SS. Nome di Gesù non è solo luce, ma anche cibo. Forse che non si è confortati tutte le volte che lo si ricorda. Esso nutre la mente di chi lo pensa, rinvigorisce le forze che si esercitano nelle battaglie spirituali, rafforza le virtù, nutre i buoni e costumi riscalda i casti affetti. Ogni cibo dell’anima è arido e insipido se non è condito con questo olio e questo sale. Se si scrive qualcosa, chi leggerà, non gusterà se non vi leggerà il nome di Gesù. Se si discute o si colloquia, non si gusterà la conversazione se non si sentirà il nome di Gesù. Gesù è miele nella bocca, musica nelle orecchie, giubilo nel cuore. Il SS. nome di Gesù non è solo luce e cibo, ma è anche medicina. Qualcuno è triste?Faccia salire dal cuore alla bocca il nome di Gesù ed ogni nuvolaglia fuggirà e ritornerà il sereno. Qualcuno è caduto in peccato e corre sul laccio della morte disperando? Se invocherà il Nome della Vita, subito la vera Vita si dilaterà in lui. Chi può rimanere nella durezza del cuore, nel torpore dell’ignavia, nel rancore dell’anima, nel languore dell’accidia, se si stampa nella mente il SS. Nome di Gesù? Chi essendo gli si inaridita la fonte delle lacrime, dopo aver invocato il Nome di Gesù non l’ha  più soave? Chi, tremando e temendo dei pericoli, avendo invocato il Nome della forza divina non riacquistò immediatamente fiducia e scacciò il timore? Chi tormentato eondeggiante nel dubbio, invocato quel Nome glorioso, non fu subito ripieno di certezza?Chi, scoraggiato, e anzi essendo già venuto meno a causa delle avversità, quando senti risuonare il Nome dell’aiuto divino non fu riempito di fortezza? Se tali sono le malattie e i languori dell’anima, il SS. Nome di Gesù è la medicina. Il Signore stesso lo conferma,  perché ha detto: «Invocami nel giorno della tribolazione; Io ti libererò e tu mi invocherai»(Salmo XLIX, 15).

Nulla se non il SS. Nome di Gesù trattiene cosi l’impeto dell’ira, seda il gonfiore della superbia, guarisce la ferita del livore, restringe il flusso della lussuria, estingue la fiamma della libidine, tempera la sete dell’avarizia, e mette in fuga il prurito per ogni cosa indecente. Infatti, quando nomino Gesù mi propongo come esempio un uomo mite e umile di cuore, benigno e sobrio, casto, misericordioso, e ricolmo di ogni santità e onestà, e lo stesso Dio onnipotente che con il suo aiuto mi guarisce e mi rinforza. Tutte queste cose mi risuonano nell’anima, quando risuona il SS. Nome di Gesù. O anima mia, questa è la tua medicina, nascosta nel vaso del SS. Nome di Gesù. Essa è sempre efficace e salutare contro ogni tua malattia. Tale Nome sia sempre nel tuo fondo, nei tuoi affetti e atti, perché dice ancora il Cantico dei cantici: «Ponimi come segno nel tuo cuore, come segno sul tuobraccio» (Cant. VIII, 6). Nel SS. Nome di  Gesù hai da dove medicare il braccio e il cuore, hai da dove correggere le tue cattive azioni e perfezionare le imperfette, inoltre hai da dove poter conservare i tuoi affetti perché non si corrompano e, se si sono corrotti, da dove poterli risanare.Che la nostra anima si ricordi sempre che il SS. Nome di Gesù è il suo olio, cioè la luce che la illumina, il cibo che la vivifica e la medicina che la guarisce. Amen.

 

Print Friendly
 

Comments are closed.

Powered by AlterVista