Crea sito

Se c’è anche un barlume di odio, l’intelletto và in tilt, non vede più la realtà e si crea un mondo tutto

 

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro al QUI

Prima di entrare ad analizzare la festa della Sacra Famiglia, voglio ritornare alla 1ª lettura della Messa di ieri. Leggete bene cosa scrive San Giovanni nella 1ª Lettera: “Chi dice di essere nella luce e odia suo fratello, è ancora nelle tenebre. Chi ama suo fratello, dimora nella luce e non v’è in lui occasione di inciampo. Ma chi odia suo fratello è nelle tenebre, cammina nelle tenebre e non sa dove va, perché le tenebre hanno accecato i suoi occhi (2,9-11).

L’ultima frase che ho evidenziato spiega proprio tutto, ogni avvenimento che ci riguarda e ogni azione degli uomini e ogni iniziativa dei potenti del mondo. Se c’è anche un barlume di odio, l’intelletto và in tilt, non vede più la realtà e si crea un mondo tutto suo. Alienazione viene chiamata, uno squilibrio che può colpire ogni ceto, ogni persona, ogni autorità.

Anche un pizzico di odio che cova nel cuore è causa dell’accecamento dell’intelletto.

L’intelletto accecato è assolutamente opposto all’intelletto illuminato dallo Spirito Santo e che permette di vedere anche l’invisibile, di decifrare i segni dei tempi, di discernere il male dal bene, di fare scelte ponderate e migliori. Ecco cosa ci procura l’Amore di Dio, la nostra vita virtuosa e piena di preghiere, la Confessione e l’Eucaristia.

Questo accecamento dell’intelletto lo evidenzio anche nel mio libro “La corruzione nella Chiesa”, quando sottolineo che operano così pochi esorcisti in Italia, tutti santi Sacerdoti e che grazie alla loro Fede e disponibilità migliaia di persone disturbate da negatività riescono a venire fuori da situazioni drammatiche. Potete richiedere anche il formato cartaceo del libro http://www.gesuemaria.it/files/libro%206-ottobre-2011.pdf

Ricevo moltissime email con richieste di preghiere e di aiuti, non ho tempo per rispondere a tutte, ma prego! Questo è l’importante, ricordo a Gesù e alla Madonna tutte le persone che soffrono a causa di forti negatività. Alle volte basta una sola benedizione di un Sacerdote per allontanare certe oppressioni che causano ostacoli inspiegabili, sono le negatività presenti e che agiscono secondo un fine prestabilito dal mago, dal mandante del maleficio che può essere anche una persona vicina.

I diavoli sono stati dimenticati in molte parrocchie e hanno libertà di agire come vogliono: «Quando lo spirito immondo esce da un uomo, se ne va per luoghi aridi cercando sollievo, ma non ne trova. Allora dice: Ritornerò alla mia abitazione, da cui sono uscito. E tornato la trova vuota, spazzata e adorna. Allora va, si prende sette altri spiriti peggiori ed entra a prendervi dimora; e la nuova condizione di quell’uomo diventa peggiore della prima. Così avverrà anche a questa generazione perversa» (Mt 12,43-45).

Ho fatto molta esperienza con i diavoli, ho fatto molte preghiere sulle persone afflitte da disturbi e da malattie, ho sempre saputo che satana ha terrore di una sola Ave Maria, di un atto di amore, un atteggiamento umile, di chi prega con il cuore e dedica il suo tempo alle cose di Gesù.

Quando avremo qui dove vivo altri locali ampi per fare incontri di preghiera, ci metteremo davanti la Grotta di Lourdes che ho fatto costruire qui con la presenza di una statua alta un metro e ottanta ovviamente di Lourdes. Molte persone che già vengono a pregare si sentono più libere dai disturbi malefici, c’è chi ritrova la pace interiore, anche chi viene liberato da oppressioni molto forti.

Ci incontreremo per recitare il Santo Rosario e la Madonna continuerà a elargire Grazie.

Ho pubblicato tempo fa un articolo di un esorcismo molto interessante, lo trovate nel mio sito http://www.gesuemaria.it/un-grave-caso-di-possessione-diabolica.html, a un certo punto l’esorcista fa questa domanda: “Che cosa ricevono i fedeli che pregano devotamente la Madonna davanti alla Grotta di Lourdes? Rispondi in nome dell’Immacolata!”.

“Le Grazie”, rispose il diavolo dopo ripetuti inviti dell’esorcista che incominciò a leggere il salmo 18, mentre il gruppetto pregava a bassa voce il Rosario. La domanda riguardava la Grotta in Francia, ma vi assicuro che dove la Madonna sceglie i luoghi per elargire Grazie, là avvengono fatti miracolosi.

Io ho fatto costruire la Grotta di Lourdes più di tre anni fa, molto tempo prima di conoscere l’articolo dell’esorcismo. La Madonna vedrà qui molti di voi davanti questa Grotta a recitare il Santo Rosario per donarvi quanto chiedete. È molto importante quando si chiedono Grazie che nel luogo ci sia molta Fede e devozione.

Nel mio caso sono assolutamente sicuro che nulla è impossibile a Gesù e che la Madonna continua a elargire Grazie e libera dalle oppressioni sataniche.

Con tutti i miei scritti e la spiritualità che vivo e che faccio conoscere, molti di voi chiedono ai miei collaboratori la mia età, non lo chiedono a me forse per rispetto. C’è chi mi dà 76 anni, chi 61 e così via. I miei anni sono 49 e una lunga vita vissuta sotto la Croce. Restare sotto la Croce non è una scelta mia, è la volontà di Dio che ho accettato pienamente. Chi è lontano dalla preghiera si spaventa, invece chi prega e dedica la vita a Gesù, vive nella gioia anche sotto la Croce.

Molti di voi vorrebbero conoscermi per pregare con più partecipazione, e questo è vero, significa che devo accogliere la richiesta e inviare una mia foto. Il mio augurio è che possiate pregare con maggiore impegno per me.

Oggi è la festa della Sacra Famiglia, unica realtà in cui l’amore e la pace sono state perfette. Le famiglie di oggi manifestano spesso poco amore a causa dell’egoismo, c’è aria esasperata e arrabbiata in molti contesti. A soffrire sono sempre le persone che pregano e che amano, nonostante tutto…

Continuate ad amare anche i familiari e i parenti che non meritano, questo è il Vangelo di Gesù, amateli con maggiore convinzione e la vostra Fede crescerà sempre più. La Sacra Famiglia sia il modello di tutti i genitori e dei figli. Guardate questa Famiglia e imitatela, anche se impegnativo tutto diventa facile recitando il Santo Rosario.

 

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana, sciogliendo questo nodo oppressivo. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

 

Print Friendly
 

Comments are closed.

Powered by AlterVista