Crea sito

IL FLAUTO DEL PASTORELLO

C’era una volta un vecchio pastore, che non si stancava mai di ripetere:

‑ Verrà il grande Re. Verrà il Re dell’amore.

‑ Quando verrà? ‑ chiedeva il nipotino.

‑ Presto!

‑ Porterà una corona d’oro?

‑ Sì, sì, ma sarà il Re dell’amore.

Il nipotino, nell’attesa, si esercitava con passione a suonare il flauto; voleva essere pronto per quando fosse venuto il re. Voleva suonargli la più bella canzone…

Una notte su Betlemme apparve una stella e gli Angeli dissero ai pastori: ‑ Non abbiate paura; è nato il Salvatore; è nato il re che viene a portarci l’amore.

Il ragazzo per primo corse avanti, verso la luce; ma la stella non si fermò sopra una reggia, ma su una capanna; egli vide non un re, ma un bambino povero… e ne fu deluso.

Era dunque questo il grande re che il nonno aveva pre­detto? No! Doveva esserci un errore!

Il ragazzo si voltò deluso, pieno di dispetto. Si allontanò nella notte… Ma da lontano sentì piangere il bambino e quel lamento gli toccò il cuore.

E tornò alla grotta. Vide il piccolo Gesù tra Maria e Giuseppe, che gli tendeva le manine, piangendo. Tirò fuori il suo flauto e si mise a suonare le più belle armonie che aveva imparato. Il Bambino si quietò subito. Guardò il ragazzo e gli sorrise.

Allora egli si rallegrò e sentì che quel sorriso lo arricchiva più di tutto l’oro del mondo.

 

Print Friendly
 

Comments are closed.

Powered by AlterVista