Crea sito

Don Gabriele Amorth, famoso esorcista ha denunciato come alcune pratiche orientali apparentemente innocue in realtà siano pericolose. Sotto accusa anche la saga del “maghetto” Potter

 Il demonio parla new age. «Lo yoga è opera del diavolo», sostiene il sacerdote
paolino don Gabriele Amorth,
fondatore e presidente onorario dell’associazione mondiale degli esorcisti.
Ed Harry Potter, l’idolo letterario e cinematografico di tanti bambini, è
«testimonial» della magia. La scienza, poi, «non è in grado di inventare
neanche una cicca». Alla settima edizione di «Popoli e Religioni Umbria Film Fest», don Amorth ha denunciato
che «anche le pratiche orientali apparentemente innocue come lo yoga sono subdole e pericolose».
Infatti, «pensi di farlo per scopi distensivi ma porta all’induismo”, in quanto,«tutte le religioni orientali sono
basate sulla falsa credenza della reincarnazione». Il rischio riguarda pure i lettori della saga di «Harry Potter»:
libri, stigmatizza il capo degli esorcisti, «sono venduti anche nelle librerie cattoliche» malgrado
«promuovano la magia». E aggiunge: «Si pensa che sia un innocuo testo per ragazzi, ma porta alla
magia e quindi porta al male”, poiché «anche in Harry Potter il demonio ha agito in maniera nascosta e furba,
sotto forma di poteri straordinari, magie, maledizioni».

 

Inoltre, «Satana è sempre nascosto e la cosa che desidera di più è
che non si creda alla sua esistenza».
Dunque, «vade retro yoga». E stessa sorte per il maghetto più famoso
del pianeta, secondo il religioso,
autore di libri tradotti in 28 lingue e ha al suo attivo circa 70mila esorcismi
da quando, nel 1986 gli è stato
affidato l’incarico di esorcista della diocesi di Roma.
Il Maligno «studia ognuno di noi e le sue tendenze al bene
e al male, e poi suscita tentazioni».

 

La scienza invece «non è in grado di inventare neanche una cicca perché lo scienziato è solo uno scopritore
di qualcosa che Dio ha già creato». In pericolo soprattutto i giovani: «Attenzione alle discoteche dove nella
maggior parte dei casi l’itinerario è d’obbligo. L’alcool, il sesso, la droga, la setta satanica».
 ( Tratto da Vatican Insider del 28/11/2011 )

 

 

Print Friendly
 

Comments are closed.

Powered by AlterVista