exhibition

postcard imprints

postcard imprints

EMPIRE STATE BUILDING SINDACO ACICASTELLO

Discorso Apertura Mostra Claudio Arezzo di Trifiletti  

Prof.Cipolla Casa Sicilia

Prof.Cipolla Casa Sicilia

exhibition empire state building

exhibition empire state building

Exhibition New York Imprints

Exhibition New York Imprints

New York

New York

Imprints New York

Imprints New York

Claudio Arezzo di Trifiletti New York

Claudio Arezzo di Trifiletti New York

Exhibition New York

Exhibition New York

imprints claudio

imprints claudio

painting claudio arezzo di trifiletti

painting claudio arezzo di trifiletti

 Press release

Rai Tre: Claudio Arezzo di Trifiletti Arte Contemporanea, Imprints New York Painting Exhibition 2007

SCULPTURES CLAUDIO AREZZO DI TRIFILETTI ART 2011

SCULPTURES CLAUDIO AREZZO DI TRIFILETTI ART 2011

LA MIA FAMIGLIA STA UTILIZZANDO IL MIO CUORE PER COLTIVARCI VELENO.

STA INASPRENDO SEMPRE DI PIU’ IL MIO ANIMO.

PARLANO DI CIVILTA’, COMPORTANDOSI DA SCIMMIE.

PONTI, AUTOSTRADE, ALTA VELOCITA’, INCENERITORI, NUCLEARE, PRIVATIZZAZIONE, QUESTA E’ REGRESSIONE.

love

love

IL PROGRESSO E’ SENTIRE CHI STENTA A VIVERE A POCHE ORE DI VOLO.

EVOLUZIONE E’ LAVORARE PER LA NATURA, COSTRUIRE UN NUOVO FUTURO.

UN FUTURO SENZA BARRIERE, DOVE IL TEMPO HA I SUOI SPAZI.

DISCARICHE, CIBO PLASTICO, CEMENTO E PETROLIO, LOTTANO DI CONTINUO LEGNO, TERRA, OSSIGENO, E CONTENUTO.

LA CIVILTA’ E’ CONFRONTARE LO SVILUPPO COL BENEFICIO.

BENEFICIO E’ GODERE DI UN PIANETA SANO.

GODERE DI UNA VITA DEMOCRATICA GLOBALE.

FIDATEVI DI CIO’ CHE SENTITE.

LOTTIAMO ATTRAVERSO L’AMORE, PER CIO’ CHE SENTIAMO.

VIBRANT WORLD
VIBRANT WORLD

 Claudio Arezzo di Trifiletti

 Ascolto Schubert sonata D.959 four impromptus D.933 Rudolf Serkin,    copertina una semplice margherita vista tra altre.

connection

connection

Sarà, ma ripercorro velocemente. Appello complicato, collezione sfatata, viaggio improvvisato, coraggio ritrovato, fuga dall’innato. Ritrovo natura, tra sbarre e confini, mi dileguo tra coccodrilli sfondo panna, follia e frenesia, chiamala anche energia. Cresco, cambio, ritorno, mordo la mela, la scelgo tra veleno e passione, continuo e incontro delusione, sempre solo mi ritrovo dopo l’alluvione, proseguo, trovo ricordo, tra una scivola e il mio regno mi confronto, sono pronto, fiori al cimitero, la morte è cambiamento, tutto cambia sia dentro che intorno, ma il sentimento, quello vero, come una corda ricorda. Mi clono, mi trasformo di continuo, e ogni giorno mi risveglio, mi assomiglio, sempre un pò più di me, ma non sono ancora pronto, farfalle, fiori e cicale, niente male, ma in collegio non ci torno. Non sono pazzo, non sono matto, sono curioso delle reazioni non tanto delle azioni. Mi piace soffrire, faccio palestra con sacrifici, non ho preferenze, mi tuffo, altre mi addormento, ma in genere corro, godo, esco, salgo, entro. Vengo premiato con risposte sempre più amare, sono medicina per la porta, non sono fuori, nemmeno dentro, provengo dal legno, sono serratura, sono chiave, sono azione. Sono fermo, eppure volo, volo con la fantasia, costruisco le ali del mio sogno. Colore contro epidemie, scrivo sulla sabbia, scrivo sulla mente, ho chiaro solo un cielo che tutto vede, lo respiro, lo ascolto, inciampo di continuo, porto con me il salto. Non capovolgo, vedo tutto capovolto e vivo dritto, cerco di incontrare la vita, cerco coincidere i sentimenti, ricordo l’inizio di ciò che verrà.

HOME

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*