Primo giorno di scuola – “Ma non ci sono troppi alunni stranieri? Qui siamo in Italia!”

Costanza accompagnò la figlia Jessica, il primo giorno, nella scuola dove avrebbe frequentato la seconda elementare. Davanti ai cancelli giunse in anticipo, giusto per fare ambientare la figlioletta e per salutare le altre mamme.

Ecco Chiara, mano nella mano con la piccola Ylenia: «Come va? Tutto bene?».

«Sì, però – rispose Costanza – mi sembra che i piccoli compagni stranieri siano aumentati tanto».

«Hai ragione, non credi che si stia esagerando?».

Arrivò anche Maurizia: «Michael, ti ho detto di stare dritto con le spalle… Ciao ragazze, meno male che ricomincia la scuola…».

«Sì, ma questa scuola ha dimenticato di essere italiana, guarda quanti stranieri – disse

Chiara – Guardate, Roberta con le extension!».

«E sì, volevo la testa da africana ed il mio parrucchiere mi ha accontentata. Però mio marito mi ha fatto fare una figuraccia… Sharon, piccola mia, hai preso il cellulare?». La piccola annuì.

Costanza e le altre: «Racconta, Roberta!».

«Mio marito mi ha accompagnata dal parrucchiere e quando ha sentito che gli dicevo di farmi la testa “afro”, per fare lo spiritoso, gli ha detto: “afro come a frociooo!”. Quello, che è tanto “sensibile”…avete capito cosa voglio dire, ci sono i bambini…c’è rimasto male».

In ritardo, ecco Simona con i gemelli Ken e Kim.

«Io pure – annunciò Chiara – se avrò un altro figlio lo chiamerò con un nome che abbia la stessa iniziale di Ylenia».

«Allora si chiamerà yogurt», fece la spiritosa Costanza.

La maestra Fabiana salutò bimbi e mamme.

Costanza l’affrontò: «Ma non ci sono troppi alunni stranieri? Qui siamo in Italia!».

La maestra: «Vi prego, signore, di restare». Accettarono, stupite.

La maestra continuò: «Bimbi, facciamo l’appello. Niente cognomi, vi chiamerò per nome…Jessica, Ylenia, Michael, Sharon, Ken, Kim, Christian, Alan, Chantal, Ariel, Richard, Leon, Desirée, Samantha, Naomi, Christopher…Tutti presenti, tutti italiani».

La maestra proseguì: «Mimmo, Lucia».

«Presente!» risposero gli unici due bambini di colore della classe.

«Marocchini nati in Italia – sottolineò la maestra – e perciò con nomi italiani».



    6 Responses to “Primo giorno di scuola – “Ma non ci sono troppi alunni stranieri? Qui siamo in Italia!””

    1. taffy scrive:

      Oggi x molti bambini e ragazzi d’italia è il primo giorno di scuola ed oggi x la prima volta il mio nipotino Luca ha iniziato il suo lungo cammino alla ricerca della sua autonomia e della propria cultura.Ho il cuore gonfio di tenerezza x lui e per tutti i piccolini che oggi avranno pianto come lui e che si saranno sentiti soli e “abbandonati”. Sono un’educatrice della scuola dell’infanzia e so x certo che tra poco tempo,quando il peggio sarà passato, cominceranno ad apprezzare e ad amare questi anni meravigliosi.In bocca al lupo a tutti i bimbi e un augurio speciale a tutte le insegnanti che svolgono il loro lavoro con tanto amore.
      Taffy

    2. taffy scrive:

      Oggi x molti bambini e ragazzi d’italia è il primo giorno di scuola ed oggi x la prima volta il mio nipotino Luca ha iniziato il suo lungo cammino alla ricerca della sua autonomia e della propria cultura.Ho il cuore gonfio di tenerezza x lui e per tutti i piccolini che oggi avranno pianto come lui e che si saranno sentiti soli e “abbandonati”. Sono un’educatrice della scuola dell’infanzia e so x certo che tra poco tempo,quando il peggio sarà passato, cominceranno ad apprezzare e ad amare questi anni meravigliosi.In bocca al lupo a tutti i bimbi e un augurio speciale a tutte le insegnanti che svolgono il loro lavoro con tanto amore.
      Taffy

    3. attualita-e-opinioni scrive:

      Mi associo agli auguri di mia moglie taffy, per il nipotino Luca e tutti i bambini…

    4. attualita-e-opinioni scrive:

      Mi associo agli auguri di mia moglie taffy, per il nipotino Luca e tutti i bambini…

    5. [...] Primo giorno di scuola – “Ma non ci sono troppi alunni stranieri? Qui siamo in Italia!” mercoledì 16 settembre 2009 | Tratto da: http://attualita-e-opinioni.noiblogger.com Nessun commento [...]

    6. [...] Primo giorno di scuola – “Ma non ci sono troppi alunni stranieri? Qui siamo in Italia!” mercoledì 16 settembre 2009 | Tratto da: http://attualita-e-opinioni.noiblogger.com Nessun commento [...]