SPAZIO FLUIDO

 ARS E IUS SI “MOSTRANO” IN UN’UNIONE PERFETTA.

di Loredana Maio

Ragione e sentimento, dunque, si avvalgono in un caldo abbraccio all’interno di uno dei più rinomati studi legali catanesi che, con grande lungimiranza, ha deciso di rivestire le bianche pareti di un appartamento stile liberty, dei colori e delle forme  delle opere del giovane artista. Due dimensioni dell’essere umano, la fredda razionalità e la logica del lavoro, da un lato, e la religiosità che nasce dai misteri dell’esistenza, dall’altro, si fondono in un ambiente in cui ogni tela è una finestra sul mondo, l’inizio di un viaggio in una terra che non ha confini, di un percorso che ciascun essere umano sente il bisogno di solcare. L’effetto? Permeati dalla vivacità dei colori e dall’energia dei tratti, ci si sente avvolti in un armonica dimensione in cui tutto ci riconduce al vero significato dell’esistenza umana. Non poco per un ambiente in cui si è insoliti analizzare la realtà umana con gli occhi cinici della ratio. Insomma un connubio insolito, a prima vista, ma in realtà, è un esperimento di grande genialità. “Spazio Fluido” nasce proprio da un’idea dell’avvocato Gitto, che finita la ristrutturazione del suo studio, ha deciso di farne uno spazio espositivo. <<Si tratta naturalmente di un’operazione di marketing – spiega l’avvocato – ma prima di tutto, ho voluto dar vita ad un ambiente lavorativo più armonico, in cui possa esserci quel “quid pluris” per la concentrazione>>. Pare, quindi, che gli intenti dell’avvocato e di Claudio Arezzo di Trifiletti si siano congiunti. L’artista, infatti, parlando della sua arte collocata in questo insolito ambiente, si augura che la vivacità di forme e colori delle sue tele possano essere fonte di energia e di ispirazione per coloro che vi lavorano. Svolgere la propria attività lavorativa in uno spazio circondato da un’arte positiva che, nel turbinio di curve e colori forti, conduce alla scoperta degli angoli più reconditi dell’animo umano, comporterà non pochi effetti positivi sull’atmosfera che già alcuni impiegati dello studio definiscono <<conturbante, rilassante e di grande ispirazione>>. L’aspetto più interessante di questo evento, totalmente nuovo per la nostra terra, è che i quadri di Claudio Arezzo di Trifiletti rimarranno in mostra permanente all’interno dello studio che aprirà ogni giorno le sue porte al pubblico.

ad ogni azione corrisponde una reazione "claudio arezzo di trifiletti 2009"

ad ogni azione corrisponde una reazione "claudio arezzo di trifiletti 2009"

 

Info su installazioni

Symbols, images, continuous reflections, moments that fluctuate over time, words thet open and words that close, breaths which meet in a heartbeat, amplifying the presence standing before the Door, in front of the panorama of all dimensions. Sounds without commas or full stops, absorbing the way ahead, predestined from the first breath of the note, at the achievement of their performance on a stage where everything is present, although not immediately visible, like a plant within a seed, like the life within a glance. I do not speak english, I speak with gestures. Claudio Arezzo di Trifiletti "Conceptual art"
Questa voce è stata pubblicata in arte, arte concettuale claudio arezzo di trifiletti conceptual art, catania, Loredana Maio, spazio fluido, studio legale e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*