Da ricerche di mercato condotte in Italia, attualmente le yogurterie non risentono affatto della crisi, anzi questo settore sè in continua espansione,lo yogurt infatti rappresenta una valida alternativa al gelato,essendo inoltre più  leggero. Da ciò si può dedurre che aprire un punto vendita di tale genere può ritenersi un vero “business”, un’ottima opportunità di lavoro in proprio. Se qualcuno vuol farci un pensierino, ecco quanto deve sapere.

 Avviare  una yogurteria, è un modo di affiancare al piacere di un lavoro creativo e libero un’attività redditizia e piacevole, con degli alti margini di guadagno, risulta quindi un valido investimento sotto il profilo economico: l’apertura di una gelateria artigianale è sempre accompagnata da curiosi – e golosi – che si affacciano alle vetrine e entrano per un assaggio, e soprattutto la bella stagione porta sempre grandi moli di lavoro – e di guadagno.

Aprire una yogurteria risulta molto semplice. Se pensi di possedere delle doti imprenditoriali, puoi avviare in proprio quest’attività, oppure far leva sul franchising, su un contratto cioè di affiliazione. Se scegli quest’ultima modalità, avrai un franchisor che ti darà la possibilità di utilizzare il suo marchio e la sua immagine.

E non è tutto quì!..Ti fornire la dovuta assiestenza anche nella scelta del locale, dell’arredamento, delle pratiche burocratiche, della formazione teorico-pratica per avviare e gestire il tuo punto vendita. Per il tutto compreso, dovrai versare tra 20 mila e 25 mila euro. Se, al contrario, intendi aprire in proprio, allora metti in conto la frequenza ad un corso settimanale per le informazioni di base.

E ancora dovrai cercare un locale da fittare  per poter iniziare a esercitare. Magari inizialmente potrà non essere molto ampio, possono bastare tra i 15 e 20 mq di superficie (entro questa tipologia di superficie, i costi del fitto saranno bassi.. .).La cosa più importante da considerare è la scelta indovinata della localizzazione del tuo punto vendita.

Scegli una zona molto popolata, centrale, magari vicino ai luoghi di forte passaggio, più frequentati da studenti, giovani, uomini d’affari (tipo pizzerie, pub, scuole, aziende). Per l’arredamento del locale limitati ad un arredo semplice, essenziale, funzionale allo scopo. Per quanto attiene alla spesa relativa ai vari macchinari necessari per produrre gelati e yogurt, sappi che non costano molto.

Dovrai offrire alla clientela una vasta gamma di gusti una vasta scelta di gusti di yougurt e dolci vari, sulla base del periododell’anno.
Se non possiedi un capitale iniziale, puoi volgerti ad una banca, visto che i tassi d’interesse, oggi come oggi, appaiono abbastanza contenuti. L’iter burocratico da seguire per aprire il tuo punto vendita è lo stesso che si segue per qualsiasi attività alimentare: iscrizione alla Camera di Commercio, apertura della la partita IVA, richiesta dei permessi all’ASL.

Termini ricercati:

  • yogurteria
  • idee lavorative
  • la yogurteria
Be Sociable, Share!
  1. candy scrive:

    io vorrei aprire una erboristeria a vibo valentia ma quì ce ne sono almeno tre su 35.000 abitanti che mi consigli?

    • ideelavoro scrive:

      Le consiglio di aprirla altrove…se ce ne sono già 3 magari si sposti di poco ma si sposti, altrimenti può cercare di aprire non la solita erboristeria!Lo staff di Idee Lavoro le augura buon lavoro

*